Saluto della Madre Generale
delle Suore di Carità del Principe di Palagonia

                                                                                                         " O Signore, rivela a noi tutti il mondo interiore 
                                                                                                               dell'anima, il tesoro nascosto dentro di noi,
                                                                                                       il luminoso castello di Dio" ( Giovanni Paolo II )

                     
  Carissimi. 
Ho la gioia di dare un cordiale " Benvenuto " a quanti visiteranno il Sito intitolato al Servo di Dio Don Francesco Paolo Gravina, Principe di Palagonia e di Lercara Friddi, Sindaco di Palermo, Presidente dell'Opera Pia dell'Albergo delle Povere, nonchè Fondatore della Congregazione delle " Suore di Carità di S. Vincenzo de'Paoli ".

Uomo davvero eccezionale che da ricco si fece povero, donando tutto se stesso e le sue immense ricchezze, amando i poveri senza limiti, considerandoli la pupilla dei suoi occhi.

Francesco Paolo gravina è una meteora: un segno luminoso nel cielo, una scia splendente tanto brillante quanto rapida, simile a quelle che fendono la volta stellata in una notte di Agosto.

Egli morendo affida la sua anima a Dio e le sue azioni al silenzio. Fu portato per le vie principali di Palermo vestito da Frate Minore ( secondo un suo desiderio ) e fu sepolto in una chiesetta francescana, a Baida, dimenticato da tutti.

Nel suo testamento mistico tra l'altro si legge:
" Io ho inteso ubbidire alla suprema divina volontà che si è manifestata in tutte quelle circostanze della mia vita in cui mi ha posto Dio Onnipotente. Seguirò dunque sempre e solo gli alti destini indicatimi dalla Divina Volontà ".

E' stata già introdotta da circa un ventennio la Causa di Beatificazione del Servo di Dio, di cui sono stati pubblicati gli Atti sulla sua Vita e le Virtù eroiche e si è in attesa di un giudizio definitivo da parte della Commissione romana delle Cause dei santi per proclamarlo " Venerabile ".

Ringrazio quanti hanno intensamente lavorato per mettere in luce questo grande ed umile Personaggio.

La persona ed il carisma di promozione umana di Don Francesco Paolo Gravina è ancora oggi un esempio luminoso di speranza per tante famiglie in difficoltà, per la sua fedeltà al Sacramento del Matrimonio.
Amò la moglie fino all'ultimo giorno della sua vita, pur non essendo corrisposto.
Riempì il suo vuoto interiore amando gli ultimi, i poveri, i bisognosi, portandoli nei suoi palazzi e dando loro tutto: 
cibo, vestiti, affetti e promuovendoli nel lavoro di ogni genere.

Che il suo esempio possa toccare il cuore di tante famiglie e di giovani in cerca di una vera scelta vocazionale
e rispondere pienamente e prontamente alla chiamata divina con gioia ed entusiasmo.

Ringrazio tutti coloro che visiteranno questo nostro Sito, mentre auguro un Buon Anno 2007, carico di pace e di speranza in un mondo in cerca di pace e speranza.

                                                                                                                     La Superiora Generale